Advertisement

#craxi

Advertisement

Advertisement

Advertisement

L'indubitabile fascino, la squisita dialettica e il suscitare sentimenti contrastanti nell'uditorio è ciò che accomuna due dei personaggi più importanti della scena accademica e politica italiana, due vere colonne portanti! ‍⏳🤵️️ #bettino #craxi #mon

  • @christianmarchetta come non taggare anche il Socialista per eccellenza: @riccardomelia 😅

  • Mi fate morire ragazzi,siete troppo simpatici😂😂

Advertisement

Advertisement

La Storia di questo paese ci ha insegnato che ci sono due tipi di persone: - Quelli che per salvare la pelle sono stati capaci di voltare le spalle ai propri amici, alle proprie idee e ai propri valori; - Quelli che davanti alla folla inferocita, aiz

  • Ei! Bel profilo! Per caso ti piace il vintage? Se la tua risposta è positiva ti invito a fare un salto sul nostro profilo ... rimarrai sorpreso !!😍

  • follow me😍😘

La #lenzuolata della domenica di Nino Caianiello. La legge è uguale per tutti? "Quando l'opinione pubblica appare divisa su un qualche clamoroso caso giudiziario - divisa in "innocentisti" e "colpevolisti" - in effetti la divisione non avviene sulla

  • Come l'avvocato Fabio #Schembri, legale del caso #Uva a Varese, che interverrà per illustrarci una delle vicende giudiziarie del momento, il caso di #Olindo e #Rosa, la coppia condannata all'ergastolo per la #strage di #Erba. Schembri è il loro avvocato difensore, e si sta battendo per ottenere una revisione del processo alla luce di una serie di incongruenze che susciterebbero dei dubbi sulla credibilità delle confessioni alla base della condanna dei due presunti assassini. Al Popolo interverrà anche il giornalista Marco Oliva Official, specializzato nel trattare casi giudiziari come quello di Olindo e Rosa ma anche il caso #Bossetti, il muratore bergamasco condannato per l'uccisione della piccola Yara Gambirasio. Oliva è conduttore di #Iceberg su #Telelombardia, di #LombardiaNera su #Antenna3 ed è opinionista di #QuartoGrado su #Rete4. Con loro, offrirà invece la sua testimonianza nelle vesti di scrittore di romanzi giudiziari Claudio Marelli, presidente provinciale di Unicoop. Nei suoi due libri, Marelli indaga proprio il tema dell'interpretazione delle norme nelle aule di giustizia, mostrando come diversi giudici e diversi gradi di giudizio possano elaborare sentenze diametralmente opposte sullo stesso caso. Sono tutte sfumature che contribuiscono a sollevare e a rafforzare quel grosso punto di domanda che emerge prepotentemente attorno alla frase "La legge è uguale per tutti" che campeggia nelle aule di giustizia. Siamo convinti di poter aprire un #dibattito e un #confronto utile e non scontato, per riportare il tema della giustizia al centro della riflessione, e per far capire a tutti che conviene interessarsene, non solo quando si finisce coinvolti in prima persona, perché in Italia sono ormai state fin troppe le dimostrazioni del fatto che non basta essere onesti e puliti per non doversi preoccupare di finire nel tritacarne della giustizia.

  • Dallo straordinario Alberto #Sordi del film "Detenuto in attesa di giudizio" (1971) alla triste vicenda del grande Enzo #Tortora (1983) ai giorni nostri non è cambiato granché, a quanto pare. Noi ci siamo, ancora una volta, e proveremo a gettare un sasso nel mare perché pensiamo che il senso della politica sia sempre, e sempre più urgentemente, quello di smuovere le intelligenze e le coscienze, e non di parlare agli istinti bassi per ottenere spesso fugaci consensi. Nell'epoca della politica di pancia, del bulimico sforzo quotidiano di apparire a tutti i costi, Agorà Liberi e Forti non rinuncia a metterci la testa, e il cuore. Perché, contrariamente a chi non perde occasione di agitare le masse puntando il dito contro il nemico del popolo di turno, in un'ottica di difesa e di chiusura a riccio che porta ad una spirale di esclusione che non si sa mai quando avrà fine, la logica che guida Agorà Liberi e Forti da quando è nata, liberamente ispirata alla politica che da sempre Silvio Berlusconi ha provato ad imporre in questo Paese con alterne fortune, è quella dell'amore che vince sull'odio. Siamo, e saremo sempre, per l'inclusione e non per l'esclusione, per la sintesi e non per la divisione, per il confronto civile e non per la sterile contrapposizione. Forse in questa fase di ubriacatura dell'antipolitica e del vuoto leaderismo può apparire poco "à la page", ma si sa, le mode passano e gli evergreen tornano sempre. Noi di Agorà Liberi e Forti non intendiamo rinunciare alla nostra identità profonda, alle nostre radici e ai valori in cui crediamo e abbiamo sempre creduto, anche a costo di apparire distanti dalle tendenze del momento. Anzi, invitiamo tutti coloro che credono nella democrazia, nell'inclusione e nel confronto, a sedersi al nostro tavolo e a dibattere con noi, perché le nostre porte saranno sempre aperte. Non mancate domani sera, alle 20.45 al teatro del Popolo di Gallarate. "La legge è uguale per tutti?". Buona domenica! PS: diciannove anni fa, mancò lontano dal suo Paese Bettino #Craxi. Vorrei ricordarlo con una sua massima, che sia la nostra stella polare: "La mia libertà equivale alla mia vita". #AgoràLiberieForti

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Resto al Sud. Bettino #craxi è morto il 19 gennaio del 2000. Giuseppe Fattoruso Da leader del Partito #socialista e da Presidente del Consiglio non riuscì a uscire dalla tenaglia del duello con il PCI e dell'alleanza con la peggiore DC. Ma ebbe il

Advertisement

Advertisement

Hammamet, 19. 01. 2000 | Rc, 19. 01. 2019 Un pensiero prima di andare a dormire va alla figura politica che mi ha permesso di capire l'andazzo delle dinamiche di potere, ossia Bettino Craxi. Emblema del socialismo liberale e della «Milano da Bere»,

“La mia libertà equivale alla mia vita” Bettino Craxi. 19 anni fa moriva Bettino #craxi , gigante della politica e delle riforme che tenne testa all’egemonia comunista. Condivido le parole di @mariastellagelminioff , non meritava di morire in esilio.

  • #news #notizie #instanews #media #politica #politics #forzaitalia #forzaitaliagiovani #onair #centrodestra #cdx #torino #italia #piemonte #elezioni #torinoèlamiacittà #turin #parlamento #governo #senato #varaldo #tommasovaraldo #libertà #patria #famiglia

  • ...😉 accanto ad una vera 🔝🔝🔝 woman #mariastellagelmini

Nessun leader della sinistra ha ricordato che oggi é l'anniversario della morte di #bettinocraxi , 19 anni. E pensare che egli fu il Premier più a sinistra che questo Paese abbia mai avuto (primo ed ultimo socialista a Palazzo Chigi), tanto in politic

19/01/2000 Muore ad Hammamet Bettino Craxi, politico italiano, Presidente del Consiglio dei ministri dal 4 agosto 1983 al 17 aprile 1987 e Segretario del Partito Socialista Italiano dal 16 luglio 1976 all'11 febbraio 1993. Craxi è stato uno degli uom

Ecco le ricorrenze di oggi: - 19 gennaio 2000: moriva ad Hammamet (Tunisia) Bettino Craxi, era un politico, è stato Presidente del Consiglio dei ministri dal 1983 al 1987 e segretario del Partito Socialista dal 1976 al 1993; - 19 gennaio 1988: Antoni

BETTINO CRAXI Milano, 24 febbraio 1934 – Hammamet, 19 gennaio 2000 🇮🇹 Noi ti ricordiamo come un grande statista. Oggi le tue visioni, le tue intuizioni, le tue lezioni sono quanto mai attuali e da rileggere e ripensare. Oggi, avresti ricordato alla

Quando nel 1987 Craxi lascia il governo, l’Italia è fra le prime 5 nazioni più ricche al mondo e insidia la Francia in quarta posizione. Il debito pubblico è arrivato all’84% ma il PIL è cresciuto in proporzione di più del debito. L’inflazione invec

  • @miughe ipotecando

  • @miughe posso concordare in parte sulla utilità di alcune scelte, ma al netto del clamore mediatico, delle monetine gettate al Raphael e delle grossolane inchieste giudiziarie, #Craxi è stato uno dei più grandi statisti del dopoguerra. I dati elencati nel post sono solo alcuni numeri e traguardi raggiunti.

#19gennaio . Muore con Craxi la visione di un'Europa aperta verso il Mediterraneo, in grado di bilanciare le tendenze egemoniche di Francia e Germania e di accompagnare l'uscita dal comunismo dei paesi dell'Est. Nostalgia canaglia.

  • mi dispiace ma io lui non lo rimpiango; non dimentichiamoci che il debito pubblico italiano e' diventato voragine nei suoi anni!

  • Non deve rammaricarsi di non rimpiangerlo..... importante che gli altri siano liberi di poterlo fare....

Advertisement

Advertisement

Parte della sinistra italiana ed europea ha preferito coprire la latitanza di Battisti e protegge ancora tanti terroristi di sinistra in giro per il mondo. La stessa sinistra che ha girato le spalle a Craxi. La sinistra ipocrita che propose i funer

*CI SERVE IL VOSTRO AIUTO RAGAZZI* Ci serve il vostro aiuto, abbiamo iniziato qualche stampa e abbiamo iniziato a distribuirle in giro, il file PDF è completo e rodato ed è sul canale Telegram (link in fondo al sito, link del sito in biografia). Scar

Advertisement

Advertisement

. „[... ] Abbiamo agito secondo la nostra coscienza, secondo la nostra politica secondo le nostre leggi. La coscienza ci ha dettato il dovere di tentare le vie incruente; la politica ci ha offerto l'occasione di utilizzare i buoni rapporti dell'Itali

Credi ancora nella giustizia italiana? 🇮🇹‍️️ • Benedetto #craxi , detto Bettino , è stato un #politico italiano, un protagonista della Prima Repubblica, nonché #presidentedelconsiglio dei ministri dal 4 agosto 1983 al 17 aprile 1987 e Segretario del

  • @PMS_SPQR #Pagina #amica ☀️ 🇮🇹 Anti - #sinistra 🇮🇹 Anti - #buonismo 🇮🇹 Anti - #crimine @PMS_SPQR

  • Vero, e grave!

“I parametri di Maastricht non si compongono di regole divine. Non stanno scritti nella Bibbia. Non sono un’appendice ai dieci comandamenti. I criteri con i quali si è oggi alle prese furono adottati in una situazione data, con calcoli e previsioni d

Pietro Nenni (Faenza 1891 - Roma 1980) è stato un leader storico del socialismo italiano. Brillante giornalista, durante il ventennio fascista fu uno dei massimi dirigenti del socialismo e dell'antifascismo italiano e internazionale; durante la Libe

•In queste feste ho visto un documentario sulla vicenda del sequestro alla M/N Lauro, ora ho un po' di tempo per rileggere la storia raccontata da Montanelli nel volume "l'Italia degli anni di fango" una storiaccia che ci ha portato quasi allo scontr

Bettino Craxi firmava con lo pseudonimo "Ghino di Tacco" i suoi articoli e i suoi editoriali di analisi politica pubblicati dal giornale l'Avanti!, organo del Partito Socialista Italiano (PSI) ed arrivò a scriverne una biografia. Lo pseudonimo venne

"Il regime avanza con la conquista sistematica di cariche, sottocariche, minicariche, e con una invasione nel mondo della informazione, dello spettacolo, della cultura e della sottocultura che è ormai straripante." (Bettino Craxi, estratti dal libro

Speciale: 1988-2018. Trentennale Intesa Stato Italiano - ADI. Domani sul mio canale #youtube il video completo con intervista al senatore della Repubblica Stefania Craxi, figlia dell’allora presidente del Consiglio Bettino Craxi. #adi #reportage #cra

  • Sul padre è da sempre luci e ombre,sicuramente la sua intervista sarà di grande interesse

Campo Calabro | 28. 12. 2018 | 4 p.m. «ORTICARIA DA STRESS» Tutti siamo allergici a un qualcosa: io, ad esempio, soffro di «orticaria da stress»; intesa come l'esposizione continua e ripetuta davanti a stimoli che mettono in subbuglio la mia sopport

  • Hey! Nice gallery you have 😊 I mean I liked it 👌

  • Ayy this is it chief! Check out my page!! 😄💛 keep it going!

Advertisement